MENSA BIOLOGICA NELLA SCUOLA

 I PRODOTTI

Tutti gli alimenti utilizzati nelle preparazioni del cibo servito nella mensa sono provenienti da coltivazioni con metodo biodinamico o biologico, vale a dire del tutto esenti da trattamenti chimici di sintesi. In particolare per le verdure e la frutta, si concorda la fornitura giornaliera con le aziende situate nel territorio vicino, per garantire un prodotto sempre fresco, integro nei principi nutritivi e con basso rischio di contaminazione dovuto ad un errato stoccaggio. 

IL MENU  

Per ottenere un pasto sano ed equilibrato, si sceglie una preparazione che rispetti le proporzioni tra i vari gruppi di alimenti.
Si comincia con piccole quantità di verdura cruda (5-10% dell'intero pasto): carote, insalata verde, finocchio….
Si prosegue con un piatto a base di cereali (50% dell'intero pasto), variando fra riso, orzo, miglio, frumento, mais, sotto forma di chicchi, fiocchi, cus cus, sfarinati (pane, pasta, polenta).
Essi rappresentano la base energetica del' alimentazione; forniscono amidi (il carburante), proteine (i mattoni per la costruzione e la manutenzione), sali minerali, vitamine e fibra vegetale (stimolatori e regolatori del buon funzionamento dell'organismo).
Si aggiunge poi un po' di verdura saltata con olio per renderla più gustosa e appetibile, o in alternativa lessata (25% dell'intero pasto).
Infine una cucchiaiata di legumi (10% dell'intero pasto) completa il piatto.
In alternativa si utilizzano frutta o semi oleosi (mandorle, noci, nocciole...) o seitan (glutine di frumento) o tofu (formaggio di soia) o latticini.
I legumi utilizzati (fagioli, ceci, lenticchie, cicerchie, piselli...) forniscono fibra, amidi e proteine; con i legumi e i cereali, talvolta si preparano gustosi e semplici " piatti unici " (es. pasta e fagioli , riso e piselli, polenta e lenticchie) che accompagnati con verdure rappresentano un pasto completo.