Continuità dell’educazione

La continuità educativa fra scuola e casa è un punto centrale nell’educazione poiché tale mancanza porterebbe a vivere in una continua dissonanza l’anima. Naturalmente quella del bambino piccolo non può essere che una richiesta muta di tale sua necessità, non essendo ancora capace di esprimerla in termini precisi. Sono gli educatori che devono comprendere come, al bambino, sia dovuta la continuità educativa e come questa per lui sia una necessità vitale.

Conoscenza comune e fiducia

E’ per tale motivo che per i genitori è importante avere almeno una conoscenza base delle finalità e della configurazione della Scuola Waldorf, compiuta tramite brevi corsi informativi, incontri conoscitivi, esperienze artistiche e così via.

Le conoscenze che accomunano insegnanti ed ed educatori generano fiducia nell’altrui operato e la fiducia è l’elemento essenziale per qualsiasi armoniosa convivenza sociale.

La reciproca fiducia è il presupposto considerato non solo importante, ma essenziale, poiché permette la realizzazione della Triarticolazione.

La collaborazione attiva tra genitori ed insegnanti si fonda perciò su due elementi: su una comune conoscenza ed accettazione dei principi dell’educazione Waldorf e sul rispetto reciproco dei propri compiti pur tra loro distinti.

Solo avendo tali basi può nascere fiducia reciproca fra genitori ed insegnanti.

La fiducia è la parola chiave che regola il loro rapporto, è il fondamento che riassume la natura stessa della Triarticolazione nella Scuola Waldorf.

Quando viene impartita una armoniosa educazione da parte di genitori e insegnanti accomunati dallo scopo di voler essere entrambi educatori, quando esiste piena fiducia nell’operato reciproco, tutto ciò ha conseguenze positive anche sulla salute del bambino.

Per conoscere le iniziative culturali ed artistiche dell’associazione Sole d’Oro clicca qui (programma culturale)