Mensa Biologica

Cibo Biologico in mensa

Cibo per il corpo e nutrimento per lo spirito.

Nella realtà delle scuole Waldorf si pone notevole attenzione nei confronti dell’alimentazione, intesa sia come nutrimento dell’organismo in senso stretto, ossia il soddisfacimento dei fabbisogni nutrizionali quotidiani, sia come valido sostegno del corpo fisico al fine di poter dispiegare le ali della sfera animico-spirituale.

La scelta di una mensa interna che usufruisca di cibi biodinamici e/o biologici, con un menù prevalentemente a base vegetale, rispecchia la finalità di nutrire in modo sano, naturale e completo l’organismo in crescita dei futuri uomini liberi di domani.Poniamo attenzione ad acquistare cibi da agricoltura biologica, preferibilmente di produttori locali, che prepariamo nella cucina professionale interna della scuola. Il rispetto della stagionalità ci fa proporre ai bambini menù diversi nell’arco dell’anno scolastico, garantendo la varietà delle pietanze e portando alla consapevolezza verso i ritmi della natura.

Un’ulteriore attenzione si pone nella ricerca di rotazione dell’uso dei cereali nell’arco della settimana, in virtù della correlazione planetaria che governa i 7 giorni, fornendo così al corpo forze equilibrate dal punto di vista energetico, rafforzando i sistemi e le funzioni vitali
governati dai pianeti corrispondenti:
– lunedì, giorno della Luna, il riso
– martedì, giorno di Marte, l’orzo
– mercoledì, giorno di Mercurio, il miglio
– giovedì, giorno di Giove, la segale
– venerdì, giorno di Venere, l’avena
– sabato, giorno di Saturno, il mais
– domenica, giorno del Sole, il frumento.

Approfondimenti:

L’importanza dell’alimentazione secondo Rudolf Steiner dal sito Progetto Rudolf Steiner

Per voi una delle nostre ricette: Tortino di miglio

INGREDIENTI
Miglio decorticato 70/80 gr a persona
ceci secchi 30 gr a persona
zucca, porro, a piacere
rosmarino
lievito alimentare in scaglie a piacere (facoltativo)
olio sesamo o EVO spremuto a freddo, sale, crema di mandorle a piacere (facoltativa)

PREPARAZIONE
Dopo aver ammollato i ceci per una notte, procedere con la cottura in pentola a pressione.
Spadellare il porro con la zucca tagliata a pezzettini con l’olio di sesamo o EVO (salare leggermente mentre si spadellano le verdure).
A parte cuocere il miglio con tre parti di acqua, o del brodo vegetale saporito, cuocendo per 15/20 minuti.
Una volta preparati gli ingredienti, mescolarli tra loro, aggiungendo eventualmente anche la crema di mandorle e stendere il tutto in una pirofila di vetro, aggiungere del rosmarino e infornare per 10/15 minuti finché si avrà una leggera gratinatura in superficie, (eventualmente è possibile spolverare del lievito in scaglie).